evviva lo straniero


Passeggiavo per la via, ieri sera. C’erano tanti stranieri che parlavano, ridevano, scherzavano, bevevano, pregavano, spacciavano, ma c’erano. Mentre gli altri, quelli italiani come me, dov’erano? In casa, forse, a guardare la televisione, o magari fuori, ma dove? Dentro ai bar, dentro i negozi aperti la sera, dentro i cinema, dentro i ristoranti, sempre dentro qualcosa. Lo straniero sta fuori, vive la città, la sporca e la tortura, la imbratta e la anima, l’italiano deve avere sempre una buona ragione per uscire, altrimenti non esce: esce per andare da qualche parte, ché ad uscire per camminare sotto casa e chiacchierare non serve a niente. Questa è Milano, di sera.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;evviva lo straniero

  1. Quando ci si trova in un luogo nuovo, la semplice passeggiata magari senza meta risulta molto appagante: si è in vacanza, in una dimensione diversa, spensierati e incuriositi di respirare l’aria di una città sconosciuta. Piace soffermarsi, magari con una birra in mano, a guardare la gente che passa. Eppure c’è chi assapora quella dimensione mentale anche nei propri luoghi, scrollandosi di dosso i problemi quotidiani e guardandosi attorno con occhi nuovi. Io ad esempio, pur essendo italiana. Carpe diem!

  2. R: evviva lo straniero…
    condivido la tua osservazione, anche sè ce da dire che sè le nostre strade sono invase dagli stranieri, sopratutto nelle ore notturne, per avere campo libero per il business dell’eroina e derivati; un pò è anche colpa nostra del nostro menefreghismo e per la nostra disponibilità, tolleranza ad essere inc…
    prendiamo l’esempio del buon padre di famiglia: “un buon padre di famiglia deve agire nell’interesse della propria famiglia con diligenza e buon senso” per essere più chiari: sè a capo famiglia vi è uno smidollato che agisce solo in base ai suoi interessi, rendendosi inadempiente nei confronti dei suoi familiari. Secondo voi qualè il risultato finale? “un prodotto disagiato figlio della sua opera snaturata e del suo egoismo”.

  3. R: evviva lo straniero…
    condivido la tua osservazione, anche se’¨ ce da dire che se’¨ le nostre strade sono invase dagli stranieri, sopratutto nelle ore notturne, per avere campo libero per il business dell’eroina e derivati; un po’ e’¨ anche colpa nostra del nostro menefreghismo e per la nostra disponibilita’ , tolleranza ad essere inc…
    prendiamo l’esempio del buon padre di famiglia: “un buon padre di famiglia deve agire nell’interesse della propria famiglia con diligenza e buon senso” per essere piu’ chiari: se¨ a capo famiglia vi e’¨ uno smidollato che agisce solo in base ai suoi interessi, rendendosi inadempiente nei confronti dei suoi familiari. Secondo voi quale’¨ il risultato finale? “un prodotto disagiato figlio della sua opera snaturata e del suo egoismo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...