Il morso sul collo


E’ il segno di una notte di passione clandestina, e adesso cosa faccio? Sono qui davanti allo specchio che contemplo quello sfregio rosso bluastro, la macchia della scappatella, il segno lasciato da un siculo focoso sul collo di un nordico biancastro.

Fossi donna mascherei in qualche modo, con trucco e parrucco, ma sono uomo, fidanzato e d’aspetto mascolino, quindi è da escludere anche l’uso di sciarpine o collier.

Colazione con il mio compagno, con la mano appoggiata al collo…Uhh!! che male al collo stamattina – con la tazzina del caffè in una mano e l’altra appoggiata a massaggiare lo sfregio. Non si accorge di nulla, il tradito.

Ma dopo tutto, cosa sarà mai, era solo una scappatella…in una sera d’autunno in una Milano viva e pullulante. E per noi, uomini con l’insana passione per il maschio, la soddisfazione del capriccio di una sera si risolve in una facile avventura: basta uno sguardo giusto, passeggiando per la via e si finisce nel uragano della carne.

Se non fosse per il morso…

Annunci

38 Pensieri su &Idquo;Il morso sul collo

  1. Il tradimento è tradimento sia per l’uomo che per la donna; sia per l’etero che per il gay. E non fa onore, qualunque sia il sesso.

  2. Sai, mi fai sorridere.
    Vai in giro a predicare sugli altri blog e poi scrivi un post in cui racconti un tuo tradimento.
    Non è carino verso la persona con cui sei fidanzato. Non lo è per niente.
    La leggerezza in queste cose non mi piace ed io non sono Santa Maria Goretti, sono una che crede nel rispetto e nell’onestà e che crede che una scopata sia qualcosa di meschino quando si tratta di tradimento.
    E semmai la lettrice di Donna Moderna sei tu non io

  3. Il blog è tuo, il post anche, è scritto in prima persona.. pensando alla lingua italiana sembra un episodio che ti è accaduto in un autunno milanese.
    Che fai, lanci il sasso e nascondi la mano?
    Se è il racconto di un tuo amico digli che tradire non è bello.
    Se è un racconto inventato hai una gran fantasia e questo ti fa onore.
    Se è una storia che hai ascoltato in metropolitana o mentre sorseggiavi un campari beh.. ti andava di riportarla qui quindi niente da dire.
    Ma sai, ho dei dubbi. Perchè guarda caso sia il protagonista della storia, sia tu siete gay. Mah.. hai ragione, fantastico troppo, le vie del Signore sono infinite e anche quelle di Milano..

  4. Crepi.
    Ciò che ti sto scrivendo è ciò che penso e mi piace essere diretta.
    Ti ringrazio per l’inbocca al lupo e spero che non sia tu il protagonista del “morso sul collo” perchè un tradimento non è una bella cosa. Cari saluti

  5. Gloria, non c’è che dire, sei la mia commentatrice preferita! Anche se la pensiamo in modo diverso, sei un piacere.
    Il traditore sono io, ma non in questo tempo.

  6. Bene. Le esperienze insegnano, non farlo più. Grazie per la commentatrice preferita, è un piacere scrivere quando qualcosa non mi va giù : )
    Buona serata

  7. NON FARLO PIU!? Ma al limite posso fare più attenzione ai succhiotti…! Per me è impossibile accontentarmi dell’amore e del sesso coniugale, e poi pensa al fascino dello sconosciuto, della passione senza neanche una parola…

  8. Squallido. Non mi piace. Non approvo. Rifiuto. E’ inutile continuare a parlarne, la pensiamo in due modi totalmente diversi. Io spero solo che anche la persona che ti è accanto non si accontenti del sesso coniugale e ami il fascino dello sconosciuto.
    Ti saluto caro Fulvio, la mia giornata lavorativa volge al termine e non vedo l’ora di arrivare dal mio compagno perchè non riesco ad immaginare nessun’altro all’infuori di lui che mordicchi e respiri sul mio collo.
    Punti di vista.
    Buona serata

  9. Secondo me si può avere un blog, scrivere al presente in prima persona singolare anche cose non accadute o successe ad altri o a se stessi ma in tempi andati. Un blog può non essere lo specchio fedele della vita reale. sono d’accordo con Fulvio che ha rimesso la sua foto, evviva.

  10. Guizzo, certo che può essere cosi ma questo post sapeva d’esperienza vissuta ed infatti è cosi!
    E ripeto, prima persona, terza persona, maschile, femminile.. non cambia. Il tradimento ha sempre lo stesso sapore di niente, naturalmente a parer mio.
    Caro Fulvio, il web è un mondo a sè, quindi ti do un consiglio. Se decidessi di tradire ancora non postare, o quantomeno togli la tua foto. Qualcuno potrebbe scoprire il tuo amore per lo sconosciuto e lì, credo, ti ritroveresti ad inserire una tua ultima foto con un occhio nero.
    Buna giornata

  11. Ok che non centro niente col discorso,ma volevo dare un mio parere.Vi potrà sembrare strano perchè ho solo 15 anni,ma io ho tradito e sono stata tradita.E’ una cosa brutta,mi pento di averlo fatto e sono avvillita per averlo subito.Ma purtroppo qualche volta l’istinto predomina sulla ragione e allora ci si lascia andare,con conseguenze talvolta disastrose.L’ho anche scritto nel mio log,sul post “lettera al mio migliore amico”,quando parlavo del cambiamento mio e dei miei amici,nella frase:”…c’è chi è in cerca di avventure e si fa usare perchè vuole capire ciò che vuole…”,parlo di me stessa.Se ho tradito era per capire che cosa volevo,l’avessi mai fatto!Beh,buonanotte a tutti,ciao!By Marlene86

  12. Cara Marlene, il tradimento è sempre una mancanza di rispetto verso la persona che si ha accanto ma credo sia diverso tradire a 15 anni da tradire a 30.
    Diciamo che alla tua età è “permesso” tra virgolette; nell’adolescenza si fanno esperienze, si agisce d’istinto, non ci si lega seriamente, si pensa al presente più che al futuro, si fa la vita da fidanzatini, si va a scuola, ci si vede quando i compiti non sono tanti; è un’età particolare in cui non si è nè piu bambini nè ancora adulti e forse non userei proprio la parola tradimento.
    A 30 anni, o anche prima se si hanno serie intenzioni, “tradire” non è solamente una mancanza di rispetto, a mio avviso è qualcosa che non concepisco, qualcosa che va al di là della disonestà. qualcosa che ha a che fare con l’inganno.
    Se si vive con una persona, ci si sveglia la mattina accanto a lei, si fanno sacrifici per portare avanti una casa e via dicendo il tradimento è l’infamia più grande e io mi chiedo come si possa guardare negli occhi il proprio lui o la propria lei dopo essere andati a letto con qualcun’altro.
    Mi sono dilungata, come è mio solito fare quando non sono d’accordo su qualcosa, per questo concludo dicendo che il tradimento è brutto a qualsiasi età ma a volte, come nel tuo caso, è “concesso” proprio dalla bellezza e innocenza dei tuoi 15 anni.

  13. Ma tutto questo rigore, cara Gloria, ti danneggerà.
    Se voli in alto, come ti auguro, rischi di spezzarle veramente le ali.
    Alla base di tutto è un concetto frainteso, ne sono certo. Per una donna, etero, esiste solo un tipo di tradimento, anzi due. Quello con il corpo e quello con la testa. A volte coincidono e questa è la situazione più brutta. Quello che riguarda me è di un terzo tipo, che tu non puoi capire. Primo perché sei donna, secondo perché sei rigida (perdonami i giudizi, ma i tuoi li ho accettati…).

  14. Sì,la differenza è l’età,ma secondo me il gesto è lo stesso,comunque è una mancanza di rispetto verso la persona che hai tradito,perchè lei ti dà fiducia,ma tradirla,la fiducia,è una cosa proprio brutta.Comunque questo mi è servito di lezione e non credo che lascerò che capiterà ancora,ciao!!By Marlene86

  15. Rigore?
    Volare in alto?
    No, caro Fulvio. NON tradire non è rigore, è solo rispetto.
    Essere rigidi?
    No caro Fulvio, non tradire non vuol dire essere rigidi, vuol dire rispettare chi si ha accanto.
    Svolazzare qua e la, da un letto all’altro è leggerezza e supefricialità (perdonami i giudizi, ma i tuoi li ho accettati…)
    Preferisco mille volte chi troieggia a destra e sinistra non avendo un legame fisso. Cosi facendo non si fa male a nessuno e non si rischia di diventare disonesti.
    ..E credimi il mio volare alto non c’entra nulla con questo argomento. Se sono rigida a parer tuo perchè non accetto il tradimento, ok lo sono e ne vado fiera come tu vai fiero del tuo morso sul collo. Ripeto: punti di vista.

  16. Mi era sfuggito il commento di Betta…marchettari?
    Beh, purtroppo questo termine non suscita in me alcuna considerazione negativa!
    Marchettari e marchette sono un piacevole mondo, laddove non c’è sfruttamento e malaffare.

  17. Il rigore non è riferito al tradire o non tradire, ma alla sicurezza e trasparenza dei tuoi commenti, mi sembra che tu non vada molto oltre la tua purezza. Per capire lo schifo bisogna averne un pò dentro, tu non l’hai, forse vivi bene, ma io sono diverso.

  18. Caro Fulvio, nessuno di noi è solo schifo o solo purezza. Ognuno dentro sè ha una parte pura e un’altra meno pura.
    La trasparenza non è dimostrazione di purezza ma di rispetto verso le persone con cui dialoghi, verso le persone che ti sono vicine e verso chi ami.
    Per questo ti dico che se io dovessi innamorarmi di qualcun’altro lo direi al mio compagno rischiando tutto, ma non lo tradirei. Questa è trasparenza, questa è l’onestà nella disonestà. E’ come quando perdi. Puoi decidere se perdere strisciando, essere sconfitto e sentirti un verme. Oppure puoi decidere se perdere a testa alta e cioè ricominciando da capo senza abbatterti. Un tradimento è una sconfitta, un tradimento taciuto è una doppia sconfitta, innamorarti di qualcun’altro senza andarci a letto (tradire veramente col pensiero) è una tripla sconfitta verso te stesso, verso chi ami e verso chi ti ama.
    Se tu fossi fiero di ciò che fai e adoreresti davvero lo sconosciuto e il sesso fuori dal letto e dal tetto coniugale non avresti intitolato il tuo blog “Chi mi rimane” bensì gli avresti dato un titolo più ottimistico e vivo.
    Il tuo blog a volte mi sembra un raccontare episodi di cui non vai fiero, mi sembra uno sfogo, un doverlo raccontare a qualcuno per non tenerti tutto dentro.
    Mi puoi dire ciò che vuoi ma per me non subisci il fascino del tradimento, anzi lo temi perhè vorresti farne a meno ma non ci riesci. E questo, tu sai, non ti fa onore.
    Forse mi sbaglio, forse no, ma l’impressione che mi dai è quella che in tutta sincerità ho appena descritto.
    Un caro saluto.

  19. Ma che innamoramento? E’ solo SESSO!! Devo essere esplicito: è pura soddisfazione del membro. Lo so che una donna non capisce. D’altronde farebbe una scenata se scoprisse che il fidanzato/marito va a putt…e. Ma se non lo scopre è meglio.
    Il mio blog si intitola così in omaggio alla canzona di Mina “Senza Fiato”. Mi piace canticchiarla…
    Racconto perché sono un bravo ragazzo, curioso e ricco di fantasia, nonché narciso. La mia vita è un coaervo di emozioni, di contraddizioni, di traguardi e di sconfitte.

  20. Ogni vita è un coaervo di emozioni, di contraddizioni, di traguardi e di sconfitte.
    Sei fidanzato e tradisci oppure no? Fammi capire.

  21. Sei fidanzato e quindi tradisci dando soddisfazione al tuo membro che oltre ad essere del tuo compagno a volte è anche di qualcun’altro. Giusto?

  22. Ma questo non significa tradire, ma vivere!
    Vuoi privarti di tutti i membri del mondo, quando sei fidanzata? Lo so, tu ci riesci, io no.
    L’importante è non far sapere nulla e non farla diventare un’abitudine. Se è contenuta, mi sembra una soluzione ideale.

  23. Mi togli un’altra curiosità?
    Perchè i tipi come te si fidanzano?
    Per avere oltre all’emozione di “vivere”, anche una minestra calda quando tornano a casa?

  24. Caro Fulvio, oggi non ho davvero più tempo a disposizione per intrattenere questa discussione. Le nostre visioni di vedere le cose sono totalmente differenti e non credo se ne venga a capo. Inoltre non posso permettermi, piu di quanto io abbia già fatto, di fare domande o indagare perché non sarebbe giusto nei tuoi confronti. Quindi, mi fermo qui rimanendo naturalmente delle mie convinzioni che giudico sane.
    Per te il tradimento è vivere appieno la vita, per me no. Per me tradimento è disonestà allo stato puro. Per te tradimento è soddisfazione del membro, per me la soddisfazione è ben altro e va senz’altro al di là di un orgasmo. Non sono rigida come pensi e neanche pura come una Madonna. Sono solo una persona che non concepisce quello che tu chiami amore per la vita (tradimento) o momento di pieno relax.
    La mia trasparenza sta nel dirti che non approvo questo genere di relazioni nate essenzialmente per la soddisfazione del membro e che non approvo questi tuoi momenti di pausa. Preferirei che girassi nei letti di chi ti pare senza avere un legame fisso, sarebbe senz’altro più onesto da parte tua. Ognuno però fa ciò che vuole e il mondo è bello perché è vario ma sappi che tu hai le mie stesse possibilità che ti si spezzino le ali. Le mie saranno troppo rigide, ma le tue incredibilmente troppo ma troppo leggere.
    Un saluto, alla prossima!!

  25. Essere gay non presuppone il fatto che tradire sia meno ingiusto. Anche i gay e le lesbiche quando sono innamorati danno e pretendono rispetto. Diciamo che il tuo è l’atteggiamento di chi intende solamente dare sfogo alle proprie pulsioni senza rispettare “l’amato”. Ci sono tanti eterosessuali che si comportano come te. Allora preferirei il genere di rapporto libero in cui ognuno fà il comodo proprio e magari se lo racconta pure.
    Ciao

  26. la sensazione di compiere un tradimento è quasi pari a quella di avere un grillo parlante sulla spalla che ti ricorda continuamente quanto si sia stati scorretti…e il tuo “morso” dovrebbe essere la versione “visibile” di quel senso d colpa che dovrebbe assalirti… almeno se un pò di coscienza ce l’hai..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...