Claustrofobico architettonico


Ma cosa devo fare con l’I-POD? Non so neanche se si scrive così, ma sono in imbarazzo e anche preoccupato, con una affiorante sensazione fastidiosa quasi claustrofobica nel leggere che lì dentro possono stare fino a 4000 canzoni. E adesso? Vuol dire che la parete mensolosa del mio studio può scomparire, che ho fatto tutti quei buchi nel muro per niente, che devo rivoluzionare il mio modo di abitare, che non servono più spazi perché sta tutto lì dentro, dentro l’oggettino suppostona. E poi che posso cambiare canzone con un clic anzichè alzarmi dalla poltrona, aprire il lettore cd, togliere con attenzione il cd, senza rovinarlo, rimetterlo nella sua custodia e poi restare per qualche minuto nel dubbio della scelta con gli occhi che cercano tra mille diverse colori provando a trovare il motivo che appaghi l’anima, il cuore, la testa.

Non so proprio quando ascoltare questa musica portatile, che si adatta agli spazi ridotti, riduce gli spazi di creazione individuale, crea un senso del finito definito e stabile che ben si accorda alla salvaguardia dell’angusto limite del sè.

Annunci

22 Pensieri su &Idquo;Claustrofobico architettonico

  1. Beh … ogni tanto uscirai di casa, no?
    Riversa i tuoi CD preferiti sull’iPod (senza insultarlo)
    Così sarà come avere le tue famose mensole piene di CD sempre con te :-p

  2. sicuramente non conosci lo straordinario oggetto se cosi ne parli e ti esprimi con pregiudizio e per indotto! è straordinario e lo puoi dotare di casse per un ascolto di ambiente di grande qualità! butta i pensili: evviva l’ i-pod

  3. Se esco, assolutamente non ascolto musica. Lo trovo così inutile…mi perdo molti ruomori, parole, suoni, che non conosco e che non so…e preferisco ciò che non conosco a ciò che è programmato.
    Lo strumento collegato alle casse…ecco il punto triste: per scegliere la nuova canzone da ascoltare basta un click. Ancora una volta su uno schermo! Preferisco mantenere un contatto più fisico con le cose, anche con la musica.

  4. Ciao,
    per me con l’i-Pod e tutti i suoi sfigati concorrenti lettori mp3 si perde -oltre alla qualità, ma non tutti la sentono- il gusto prettamente tattile del CD (o del vecchio 33 giri, se proprio siete vintage). Il lettore mp3 è comodo e sapere di poter portare con te in ogni dove la tua intera collezione di cd è semplicemente fantastico. Mai però potrà sostituire la polverosa (almeno la mia lo è) mensola con i miei adorati CD.
    elena

  5. Bello l’IPOD, anche se non ce l’ho, ma mi sento come Fulvio, non voglio perdere il piacere fisico dello stereo, dei vinili e dei CD sparsi sulla mensola, le copertine sempre spaiate perchè spesso mi va di leggere i testi, e poi gli amici che vengono a casa e frugano nella mensola per conoscere i tuoi gusti e tante altre sensazioni belle :)))

  6. Ciao Fulvio io non ho il marchingegno infernale e comunque quando esco preferisco, come te, ascoltare i suoni che “incontro”…
    Però avendo lavorato per un sito di podacast ho “scoperto” che non si scarica e si ascolta solo musica ma qualsiasi cosa: notizie, barzellette, ricette di cucina, racconti di viaggio etc. etc. etc.
    Beh non te lo scrivo per invogliarti all’uso del lettore mp3 eh…solo perchè leggendo il tuo post mi sono sentita meno sola ! Fino ad una anno fa non ne sapevo e non ne capivo nulla…!

  7. A me piace isolarmi durante il tragitto che mi separa dall’ufficio, quando uso i mezzi pubblici. Lo faccio leggendo e spesso e volentieri ascoltando contemporaneamente musica dal mio Ipod. Se ne sono satura schiaccio un tasto e torno ala realtà. Trovo sia una buona opportunità.
    Ciao!

  8. Se l’Ipod ti preoccupa, puoi sempre metterlo nella sua scatoletta e chuderlo in un cassetto, magari a chiave. Lui non è claustrofobico e non ti chiederà nulla. I tuoi vinili sono del tutto compatibili. Tecnologia e vecchie cose debbono necessariamente coesistere nel nostro tempo; diversamente dovremmo buttare quadri ed opere d’arte, chiudere le gallerie ed i musei e guardare tutto seduti in casa nostra davanti ad un maxi schermo al plasma.

  9. Sei solo un poveretto, questo messaggio è infarcito di tante belle frasi utili a togliere spazio nelle logica del tuo ragionamento, un consiglio: ti fa tanta paura Ipod?… bhe non comprarlo e continua ad ascoltarti i tuoi cd!

  10. non temere se qualche oggetto è storicamente immune dal venirci a noia, dubito che sia proprio l’i-pod. mi dovresti illuminare sulle confessioni degli amori (sottotitolo blog) -sospiro- notte

  11. Grazie per il poveretto, Antonio o chi tu sia. Ma caro anonimo, sappi che lo strumento mi è stato regalato E starà chiuso in un cassetto sicurameNTE. Mi fa solo sorridere l’innamoramento da parte di molti verso questo oggetto e ho fatto una riflessione, che forse è troppo sottile per te o per chi riesce a vedere i piaceri della tecnologia e poco altro.

  12. Va tutto bene, parlare e meglio che tacere (forse non sempre…) Vorrei solo capire se c’è qualche maligno essere che ti costringe all’ascolto dell’I-Pod.

  13. Perchè ti fai tutti questi problemi, la soluzione è semplice: se lo vuoi usare lo usi, se no non te lo compri. Saremmo ancora liberi di fare quello che vogliamo? Il progresso non lo possiamo fermare, se mai possiamo usarlo se ci conviene, o difenderci dalla sua intrusione.

  14. Ma che cavolo, non avete proprio capito, ma sapete la differenza tra una riflessione e un problema? No, non l’avete capita. Chi se ne frega cosa me ne faccio dell’Ipod! Non è questo il tema (e scusate la sgrammaticata!).
    Possibile che non riusciate a guardare a un palmo dal naso per fare una riflessione che non sia un consiglio di vita alla maurizio costanzo! Non avete capito il tema, mi dispiace.

  15. no non è che nessuno ha capito il tema, è che il tema non ha spessore, la tua riflessione è come un oggetto di nessun valore: e li e nessuno sa cosa farsene… le persone ignoranti si riconoscono proprio così: espongono un pensiero e rifiutano quello altrui, come nel tuo caso in cui afermi che chi ti ha risposto in modo contrario al tuo pensiero non capisce.
    Forse sarebbe il caso che rifletti .. ciao ciao

  16. Il tema non ha spessore per chi non lo vuole vedere…
    Non accettare chi la pensa diversamente? Magari ci fosse qualcuno che la pensa diversamente. Mi sembra che chi ha risposto ha soltanto scritto quanto sia utile e divertente l’Ipod, oppure quanto io sia stupido a demonizzarlo. Ripeto, il tema non è questo, ma qualcosa che ha a che fare anzitutto con l’ironia e non con la rabbia che invece traspare da molte riposte. Rileggiti il mio post iniziale, poi magari, se ha voglia, scrivi qualcosa. Io non mi arrabbio affatto, accetto tutte le risposte, ma permettimi di esprimere la mia delusione quando non riesco a far decollare la discussione oltre la dicotomia si/no riferita ad un oggetto, ad un sentimento. Mi sa che avete bevuto troppa televisione e avete amato troppo il televoto. Non tutti, si intende, ma molti di coloro che hanno scritto. Stop.

  17. Ciao Fulvio, sono Marlene…in quanto 15enne e grande utilizzatrice di I-pod mi sento presa in discussione (con 3mila anni di ritardo, ma è da tanto che non guardo i blog)…sono d’accordo con te perchè anche a me piace molto sentirmi a contatto con la musica, sentire un contatto anche fisico, che non sia solo di un file mp3 che mi rieccheggi nelle orecchie…poi ti sembrerà strano, perchè appartengo alla generazione di cd masterizzati e cd di file compressi in formato mp3, ma amo anche i vecchi vinili e i 33 o 45 giri! Garantisco che sono di qualità decisamente superiore, anche l’emozione che danno è completamente diversa…Ciao! By Marlene86

  18. Buongiorno e con solo dodici mesi di ritardo commento… Mi spiace e veramente tanto che le persone non capiscano! Non si tratta di problema, essere antiquati o non capire niente o sottointendere, si tratta di pensiero! Visto che siamo in democrazia e posso sentirmi libero di dire ciò che penso (e sempre nel limite del rispetto delle altre persone!) lo faccio. Poi,uno può essere d’accordo, a metà o completamente in disaccordo. Questo senza dare del poverino, perchè – Antonio caro – il vero Poverino sei tu, che ti sei sentito toccato sul vivo ed invece di fermarti a riflettere hai attaccato! Io dico che, per quanto mi rigurada, l’mp3 è piacevole. Adoro la musica, la porterei sempre con me e questo è utile; può servire per non sentire discorsi inutili, può servire per ridarti la carica dopo una giornata pesante e può aiutarti a prepararti alla serata! Magari sto attento quando attraverso la strada, perchè lì la musica può portarmi al creatore! Scusatemi, ma quando ce vò ce vò! Φιλακια πολλα!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...