Videogiochiamo?


Videogiochi per ricordare che nel mondo ci sono regole, che ci sono gradi, che c’è un limite, che basta conoscere le regole e andare avanti. Come cambia la percezione della realtà per chi videogicoa? Forse il videogioco riproduce l’ideale del mondo finito? Amputa le possibilità non previste, "contiene" ma non "espande" l’uomo. Vero?

Non sono demonizzatore delle nuove tecnologie, ludiche e non, ma mi chiedo spesso quale sia l’impatto sulla nostra visione del mondo: come cambia, perché cambia, questo è certo, il modo di vedere noi stessi, le persone intorno a noi? In particolare il videogioco, tra le applicazioni delle tecnologie informatiche, rappresenta quello che maggiormente contribuisce a inibire ogni forma di azione non finalizzata. E cosa resta se togliamo all’uomo il piacere di agire per il gusto di non arrivare ad alcunché? Il videogioco ha il suo Dio, il livello ultimo e superiore, cui si accede per gradi, per prove, per astuzia, ma è insita nel videogioco l’idea di strategia per accedere a livelli sempre più complessi. E poi? Fine. Almeno fino al prossimo realease di versione 2. E poi? Il videogioco riproduce l’idea di un mondo finito, dotato di mille possibilità, ma finito. E’ il mondo di chi vede digitale, è il mondo di chi si bea dell’illusione di libertà concessa dall’informatica, confondendo la numerosità con l’infinito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...