ricciolina


Ricciolina s’è bagnata, la sua bocca vuole baci, chiede una mano che l’accarezzi, che asciughi le sue gocce, che riempia i suoi vuoti.

Ricciolina sta chiusa dentro una tutina rossa e una striscia di tessuto è ormai rosso scuro: la’ intorno due labbra ansimanti chiedono bramano si contraggono mentre i corpo si agita su quell’attrezzo.

Le gambe vanno su e giù su e giù, la schiena è reclinata a formare quasi un angolo retto con le gambe, che vanno sempre su e giù su e giù.

L’esercizio – mi dicono – serve a rassodare i glutei. La ragazza si impegna, suda molto,  ma ricciolina sembra ansimare ancora di più tra quelle due strette carni, lei vuole liberarsi vuole allargarsi e far entrare il dolce calore di una carezza.

Cosa aspetti, dai…

Corro sul mio tappeto, ma ricciolina mi ha converito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...