Notte a Milano, vado fino in fondo.


La notte a Milano è silenziosa per chi cammina lungo una strada di periferia, dopo un’ora d’orgia in un groviglio di corpi d’una casa all’ultimo piano in via Giambellino. Dopo il piacere, dopo l’orgasmo, dopo le facce le braccia le palle attoro al collo, la notte è silenzionsa a Milano.

Svuotato, ecco come mi sento. Ho corso un grosso rischio questa sera. Forse mi amo di più, forse l’amore per me è tale che non posso negarmi il rischio di perdere la vita col primo sconosciuto, di correre il rischio di arrivare in fondo, senza precauzioni, per il solo gusto di agguantare almeno questo, visto che il resto, per quelli come me, è solo uno diritto.

Diritti diritti diritti, sono assai stufo di sentire parlare di diritti per quelli un pò diversi. Voglio sentire parlare di piaceri, di sesso, di corpi, voglio che il mio piacere infinito sia legittimato, ovunque. Altrimenti correrò il rischio di morire, ogni sera. Lo so che è così, perché voglio vivere, non mi importa più molto di vivere ai margini restando al centro, voglio vivere e basta. Ma visto che vivere al centro restando al centro è impossibile per uno come me, ecco che allora arriva la voglia di rischiare la pelle.

Vallo a spiegare a chi ti dice di avere rapporti protetti. Per cosa?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...