Tristezza annozero


L’atmosfera da funerale di Annozero mi infastidisce ogni giovedì sera: Santoro e company godono delle disgrazie altrui e con un abile montaggio mettono in evidenza la disperazione degli italiani anche quando non c’è o offrono strumenti per meglio collocarsi all’interno della schiera dei disperati.

Prima questione: non ci sono più soldi per comprare.

Far vedere che a causa della crisi economica i supermercati sono vuoti? Ma chi ci crede…? Ma hanno fatto il servizio al lunedì mattina alle 7, forse! Questi giornalisti dovrebbero porsi la domanda cruciale: ma a cosa servo io? Se la risposta è: io servo a descrivere la realtà, allora perché gli stessi giornalisti non si fanno un giro in un centro commerciale al sabato pomeriggio, perché non dicono che gli outlet della moda sono presi d’assalto?

Seconda questione: la perdita del lavoro in fabbrica in particolare nel settore automobilistico.

Perché danno voce a operai che hanno perso il lavoro e di sottecchi strizzano l’occhiolino alla tesi per cui è giusto rilanciare con aiuti governativi il settore automobilistico. Giornalisti e opinionisti che si adoperano a sottolineare l’importanza di un aiuto statale per rilanciare il mondo dell’auto sono uno spettacolo indecente: produrre auto, per cosa? Per venderle? a Chi? A chi ne ha appena comprato una nuova indebitandosi fino alla pensione, attratto dalla prospettiva di un auto "veloce scattante e dalla linea indimenticabile"? Vergogna!

Io esulto all’idea che chiudano molte fabbriche di auto, mi piacerebbe vedere davvero l’impresa impegnata in produzioni alternative, mi piacerebbe vedere un governo impegnato a convertire la professionalità di molti operai che giustamente hanno diritto di lavorare, ma non possono vivere nel passato e sperare di continuare a costruire auto per tutta la vita, chiedendo per di più allo stato di sollevare le loro sorti. Il fatto che ci siano giornalisti o sindacati che cavalcano questa protesta, anziché guidarla verso soluzioni davvero produttive è molto triste e indice di una assoluta incapacità di collaborare per il bene comune.

Vorrei vedere Santoro spiegare come si fa a superare in modo creativo la crisi, offrendo idee su come riciclare, riutilizzare, non comprare. Intanto c’è già  Berlusconi che invita all’acquisto. Possibile che non ci sia una voce che inviti a fare il contrario, senza cavalcare la polemica infeconda che Berlusconi dice fandonie prendendo in giro gli Italiani. Mi aspetto questo da un giornalista schierato, da una redazione che si dichiara dalla parte del cittadino, proprio di quel cittadino che, suo malgrado, non può spendere. Ma se proprio una tale creatività nell’esercizio della professione giornalistica non può essere raggiunta, almeno evitare di diffondere panico.

Ma Annozero si è mai chiesto se ci sono aziende in ITALIA che in questo frangente storico stanno crescendo, stanno assumendo personale?

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Tristezza annozero

  1. Se 12 giornalisti di politica europea da Bruxelles scivono che Berlusconi è “arruffapopolo
    imprevedibile e arrogante” oltre ad essere il peggiore
    dei capi governo dei 27 paesi pensate che nella trasmissione di Santoro si possano raccontare barzellette o dire come si possano portare mignottelle in Parlamento ?

  2. Atmosfera da funerale o no, Annozero è l’unica trasmissione che faccia veramente capire qualcosa. Per l’ottimismo e l’allegria c’è già il nano e i suoi servi sciocchi. Se Santoro e Travaglio non sono di vs gradimento vi ricordo che avete il telecomando, guardate quello che vi pare ma, a noi che siamo cupi, lasciateci Annozero.

  3. Se 12 giornalisti definiscono Berlusconi arruffapopolo, la trasmissione che si dichiara paladina della democrazia e della realtà, dovrebbe insegnare ai cittadini come liberarsi di Berlusconi e non continuare a giocare con la finta polemica seminando odio e paura. Non si cancella un governo parlandone male, ma offrendo ai cittadini gli strumenti per ragionare meglio. Questo dovrebbero fare i nostri giornalisti schierati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...