L’ortensia secca e lo schiavo


Orticola è una fiera dei fiori a Milano, anzi delle piante e dell'arredamento da giardino, che poi a Milano è soprattutto terrazzo, attico piantumato e tanti cocktails: mi sono trovato lì, invitato come ogni anno da un amico espositore, che viene a Orticola per vendere le sue rose alle signore "cappellate" della Milano bene, quelle che per l'occasione sfoggiano, alla serata di inaugurazione, cappelli improbabili a motivo floreale e si ritrovano qui, ogni anno a Maggio, un pò per comprare un pò per guardarsi le une con le altre.

Abbronzate, coperte di qualche gioiello d'artigiana fattura, infilate dentro bianche azzurre verdine tuniche di lino, dietro occhiali Gucci, ciascuna con il suo boy, che poi sarebbe lo schiavo porta piante, tonico ventenne che per arrotondare viene affitatto dalla segreteria di Orticola alla signora di turno e lui gira con la sua carriola schic al seguito della signora, trasportando piante, tutte rigorosamente fiorite. Devono essere fiorite le piante, altrimenti a cosa servono…

Sto per andarmene, ho fatto il mio giro, ma sento già troppa puzza di Chanel. Poi, mentre sto guardando una varietà di aglio dai fiori bianchi bellissimi sento la signora a fianco a me, che parla con l'amica della fregatura beccatasi l'anno scorso. Ha comprato 10 piante di ortensie e poi in inverno sono tutte seccate. 

"Chicca, ti dico tutte, seccate, con quattro rametti così scuri, che le ho fatte bittare via dalla Tatiana, tutte insieme nella pattumiera!

Mi volto e la vedo lì' con lo schiavo dietro, che sta ammirando delle fucsie, ha lo sguardo puntato al fiore, lo tocca lo volta e lo stropiccia un pò. Sento che saranno sue, Lei sta già pensando quale tunica abbinare alle fucsie blu ed io me ne vado davvero sperando magari di incontrare una Tatiana con dieci ortensie per poterle prendere e portare a casa mia dove possano passare l'inverno. 

Annunci

5 Pensieri su &Idquo;L’ortensia secca e lo schiavo

  1. E’ sempre così che va il Mondo: meglio la Chicca che ha la grana o la Tatiana dai begli occhhi blu?
    A proposito, che in che brutti posti vai nel tuo tempo libere ….
    Ciao

  2. Brutta sarai tu! Scherzi a aprte, io vado perché mi piacciono le piante, davvero. Ho anche io un mega terrazzo, ma sembra più un ricovero piante in emergenza, esperimenti e piante acquatiche, molto disordinato e zero fashion. Solo amore per le piante.

  3. Anche io adoro le piante, ho il pollice verde come mia madre.
    Purtroppo non ho un giardino ed i balconi prendono troppo vento per farci qualcosa se non piante grasse.
    Quella degli schiavi è una tristissima vicenda, ma nella patria delle TV cosa altro puoi trovare?
    Dopo il grigiore, la MIlano da bere è il peggior difetto di una città, in fin dai conti, bella.
    Ciao
    Ciao.

  4. Ho una terrazza con quasi tutte piante recuperate dalla spazzatura,ogni inizio estate la gente rinnova le verande e i giardini delle case dell’estate ed elimina spesso piante che ancora potrebbero essere salvate con un po’ di dedizione e amore,le carico in auto e le porto sulla terrazza dove ,dopo un ragionevole periodo di adattamento e cure opportune rivivono.Nel contempo il terrazzo si arricchisce ed è diventato oggi, dopo tre anni di attività ospedaliera per verde rifiutato,un magnifico luogo di cui sono molto orgogliosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...