Agosto a Milano, un sogno


Lo posso urlare, intanto non mi sente nessuno.

Agosto in città è un sogno, soprattutto se la città è Milano e se la città si svuota per bene, come sta accadendo: non vedo l’ora di alzarmi al mattino per vedere quante poche persone sono per strada e sfrecciare con la mia vecchia peugeot 106 per le vie. Vorrei che Milano fosse sempre così come in questi giorni, con pochi risotoranti aperti e una gelateria ogni 5 chilometri, con pochi lavavetri che ti vogliono rovinare la mattina e pochi negozi cinesi aperti che ti fanno pensare a come il nostro commercio sia andato a rotoli.

Si può passeggiare, finalmente. E alzare lo sguardo al cielo e vedere quel palazzo liberty di fronte a casa, quell’aiuola abbandonata dove però sta crescendo una piccola acacia, si può notare il colore del marciapiede e sentire gli schiamazzi dei bambini che giocano al parco, distinguendone le parole. Si può stare fermi seduti su una panchina a non fare nulla, in vacanza, ma in vacanza davvero, con la mente senza alcun pensiero, né al costume da indossare o alla spiaggia dove andare. Agosto in città è la vacanza più comoda e meno costosa che si possa desiderare e può anche capitare che si vada in un ristorante e ci si fermi a bere un bicchiero di amaro col cameriere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...