Un figlio gay: in cosa ho sbagliato?


Lei è una donna di 36 anni, laureata, con un lavoro nel mondo della moda, un lavoro di contatto, responsabile di una linea di accessori, sempre circondata da tanta gente, sempre in viaggio, direi anche un pò frociarola, di quelle che hanno amici gay che “aaaaadoraaaaano”. Lei commette un errore, che scatena la tempesta del 2010, pronuncia la frase che non avrebbe mai dovuto pronunciare:

– se avessi un figlio gay, la prima cosa che farei è domandarmi dove ho sbagliato.

La tempesta è in una piccola casetta in un giorno di capodanno, con la pancia piena, lo champagne che esce dalle orecchie e le confidenze buttate tra un cioccolatino e un dattero. La tempesta è la reazione violenta di un uomo, evidentemente gay, come tutti i presenti, che semplicemente la colpisce con uno schiaffetto sulla guancia. Una bella sberla, diciamola tutta!

– questo è per te, da parte del figlio gay che ancora non hai.

Abbiamo fatto tanto e siamo ancora qui. Uno “sbaglio”, siamo. Abbiamo cercato di vivere vite normali e poi ti accorgi che anche l’amica che frequenti, che ti chiama, che ti vuole in viaggio con lei, che ride con te, anche quell’amica pronuncia la parola magica. Sbagliato, qualcosa di sbagliato, siamo noi omosessuali, anche per una donna del 2010 che vive la più gaia delle vite.

In fondo, lo sapevo, anche chi ci trova piacevoli, non ci vorrebbe mai come figlio. Abbiamo fatto un passo avanti, secondo la signora in questione, che chude così:

– comunque mi farei la stessa domanda anche se mio figlio diventasse tossicodipendente e sarebbe certo meglio se fosse omosessuale, cento volte meglio.

Amen

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Un figlio gay: in cosa ho sbagliato?

  1. Ciao stronggrond,
    sarà perché ho letto il tuo post in uno stato d’animo particolare, ma quello che hai scritto mi ha proprio toccato.

    Non so se ho percepito qualcosa che riguarda te, o che piuttosto riguarda me, ma mi sono sentito per un attimo triste, credo nel modo più semplice in cui si possa esserlo.

    Ti auguro di ritrovare tempo e respiro.
    Buon 2010,
    Aion

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...