Bambina con regalo


Avevo già visto il regalo del finto bancomat per il bambino: così anche lui può prelevare come fanno i grandi – risponde la mamma di fronte al mio sguardo (solo sguardo, perché se avesse solo intuito le parole mi avrebbe cacciato di casa) non osannante.

Adesso ho visto il regalo del finto carrellino set con tutto per la pulizia della casa: così anche lei può fare i mestieri come li fa la mamma – risponde ancora la mamma, un’altra mamma, di fronte al punto interrogativo che si è materializzato sul mio naso.

A parte la locuzione “Fare i mestieri” che non riesco proprio a digerire e mi irrita più dell’urina sugli occhi, ma questa è una digressione linguistica…mi rattristo pensando a chi sono oggi i genitori. Propagatori di una specie eletta a consumare e pulire, forse per cancellare anche la traccia del proprio piede, oltre alla traccia della propria esistenza, come uomini. Pulire, pulire, pulire, quanto tempo dedichiamo oggi a pulire? Pulire come purificare? Forse è questo che vogliamo raggiungere, nell’illusione di ritrovare l’anima persa dentro al consumo.

Io voglio sporcarmi, sempre, voglio dedicare tempo al mio essere nel mondo, esserci con le mani e i piedi ben piantati a terra, che non mi consentano di muovermi oltre il confine del mio volere.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Bambina con regalo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...