Cosa faresti con 200 euro?


Una giornata in una spa oppure una degustazione di vini d’annata? Il manifesto campeggia in metropolitana milanese e i 200 euro arrivano da un risparmio sulla sottoscrizione di una polizza assicurativa. C’è anche un concorso per chi riesce a individuare il modo migliore per spendere questi 200 euro di risparmio, con due esempi di possibili divertimenti e piaceri. Mi sono fermato a guardare questi due manifesti come un imbecille, aspettando che il treno arrivasse.

Cosa farei oggi con 200 euro? Creme per le rughe, sali per il pediluvio, saponi profumati, olio di oliva, vino bianco freddo freddo e focaccia genovese, magari ci starebbe pure un gelato della gelateria di corso Garibaldi, la gelateria senza nome, dove mi fermo per gustare il gelato alla crema più buono di milano, seduto sulla panchina di legno messa lì fuori davanti alla vetrina, con a fianco il tavolino del bookcrossing. Ma…ma! Se mi dicono che le risparmio, perché poi mi dicono che le devo spendere?

Risparmio, risparmiare: ridurre all’essenziale, mettere via, accantonare denaro per il futuro, evitare di spendere, spendere meno. Ma visto che il futuro era un’ipotesi e adesso non è neanche più quello, risparmiare vuole dire un pò morire senza aver scelto neppure la bara.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...