Calci e pugni in faccia, non voglio anestesia


La tolleranza non mi appartiene.

Ma l’intolleranza che si trasforma in fuga animata da nobili passioni lascia dentro l’anima un dolore roccioso. Un dolore sporco e solitario stritola l’attenzione e succhia l’energia, rigettando sorrisi spenti e guizzi di fragilissima stima pronti a sgretolarsi lentamente. Lentamente i pezzi cadono e lasciano vedere l’anima ferita dalla propria incapacità di lottare contro l’altro. Un’anima che ha combattuto per evitare il conflitto, sempre, scappando, scalciando contro muri fino a provare ammirazione per le unghie insanguinate.

Voglio prendere a pugni in faccia quelli che non tollero e lasciare che tutto il male esca, tutto il male entri. Dopo, solo dopo, potrò abbracciare me stesso e perdonarmi anche il calcio dato, la ferita provocata. Non posso perdonarmi quello che non ho fatto, non posso perdonarmi per non avere fatto niente, resterò sempre un uomo ferito.

Tirare un pugno? Mai fatto. Non ho mai alzato le mani, forse non ho neppure mai litigato. Mi sono convinto di avere sentito troppe urla da bambino, di avere visto troppe volte persone scontrarsi frontalmente, per avere voglia di farlo ancora. Ma non è così. Voglio difendere un’idea con qualcosa che non sia la noncuranza mascherata da presunzione di aver capito tutto.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Calci e pugni in faccia, non voglio anestesia

  1. Io faccio fatica a impadronirmi della mia aggressività, a possederla e farne quello che voglio. Anche se ultimamente il non aver lasciato correre su un paio di cose ha dato buoni esiti.. a volte serve anche agli altri qualche pugno, così capiscono quando rompono le palle.

  2. e perchè dovremmo stare sempre zitti, quando dicono che l’indifferenza paga??! a volte un pugno è più significativo di parole buttate al vento e, comunque Dà UNA CERTA SODDISFAZIONE. e con l’età, anche l’intolleranza diventa invadente coinquilina, phew!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...