Attivo, passivo, cattivo


La domanda giunge dopo 58 secondi di conoscenza. Lui mi chiede se sono attivo, io capisco cattivo, gli rispondo di no. Lui mi guarda sorpreso e mi dice affranto:

Anche io, ed io che pensavo che almeno tu lo fossi. Non siamo compatibili

Io gli sorrido e già penso a pericolose pratiche erotiche con le mollette, gli spilli o un bastone infilato nel retto che lui si aspettava da me.

Lui è così dispiaciuto e mi dice: “Non possiamo fare niente insieme“.

E continua, sempre lui: “Ho la sfiga che becco sempre delle checche attirate dal mio aspetto maschio, ma vedi a me piace prenderlo. Mi dispiace ragazzo, con te mi sarei divertito, non sembri proprio così passivo.

Sto per rispondergli, ma invece no. Va bene così. E’ solo la cronaca di una conversazione tra due finocchi impegnati a comprendersi.

Annunci